fbpx
 

Misurare le ore lavorate è una necessità per tutte le aziende. A maggio 2019 la Corte di giustizia dell’Unione europea ha stabilito l’obbligo per i datori di lavoro di adottare un sistema che consenta di misurare la durata dell’orario di lavoro giornaliero. Gli Stati membri devono ora adeguarsi alla pronuncia e, in prospettiva, le aziende sono chiamate a dotarsi degli strumenti necessari. Soluzioni che consentono di registrare la presenza del dipendente al lavoro esistono già da tempo. Con i suoi oltre 10.000 clienti attivi, Zucchetti è leader nel settore dei sistemi software e hardware di rilevazione delle presenze. La software house italiana propone diverse soluzioni per target di clienti, garantendo la copertura di specifiche esigenze di realtà di dimensioni differenti. Oltre alle due linee di prodotto già esistenti, Presenze Web e Project, pensate rispettivamente per clienti di fascia media e grande, Zucchetti si accinge a lanciare sul mercato altre due soluzioni dedicate al target delle PMI. “People Smart” è un’applicazione user friendly con un’interfaccia grafica estremamente ‘familiare’ e intuitiva che consente la gestione delle presenze in aziende fino a 50 dipendenti. È dedicata, invece, alle realtà più piccole, fino a 10 dipendenti, la nuovissima Fluida, soluzione mobile first. “È la nostra più recente acquisizione”, spiega Luca Stella, Product Manager di Zucchetti. “Un sistema innovativo realizzato nativamente su mobile che consente un coinvolgimento diretto del singolo dipendente, con l’obiettivo di informatizzare i processi introducendo uno stile ‘social enterprise’ per la gestione delle presenze nelle realtà con pochi dipendenti in organico”.

La digitalizzazione nelle ‘microaziende’

Complice l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica, oggi anche le aziende di dimensioni ridotte si stanno aprendo alla trasformazione digitale e avvertono la necessità di informatizzare le presenze. La flessibilità delle soluzioni Zucchetti consente di coniugare aspetti contrattuali e organizzativi, tenendo conto di assenze, uscite anticipate, straordinari. Garantendo un sistema di misurazione “oggettivo, affidabile e accessibile”, come prescritto dalla Corte Ue. “L’indicazione che arriva dalle direttive europee può essere una grande opportunità”, fa notare Stella. “La registrazione del tempo non è solo un obbligo amministrativo, ma anche un’ottima soluzione per disporre di strumenti oggettivi con il fine di misurare l’incidenza del costo del personale sulla realizzazione di un servizio o di un prodotto all’interno dell’azienda”.

Oltre la rilevazione presenze con le soluzioni di Workforce Management

Il concetto di Time management non si limita alla sola rilevazione delle presenze: Zucchetti fornisce soluzioni per gestire il tempo anche dal punto di vista organizzativo, con funzionalità di pianificazione dei turni e di attribuzione delle ore ai singoli progetti in modo automatico. “Ciò permette di allocare al meglio la forza lavoro rispetto alle attività che ognuno svolge all’interno dell’azienda e di rivolgersi a interlocutori diversi: non solo la Direzione del Personale, ma anche i Responsabili della Produzione. Le soluzioni di Workforce management completano così l’offerta Zucchetti, rendendola una proposta integrata e unica sul mercato”. Zucchetti sta lavorando per dare ulteriore valore ai sistemi attraverso le nuove tecnologie. “Le nostre soluzioni generano una mole di informazioni importante”, ricorda Stella. “Tramite Big data, Analytics e Intelligenza Artificiale, vogliamo offrire alle aziende clienti soluzioni che consentano non solo la gestione, ma anche la governance del processo organizzativo. Quella di Zucchetti è una strategia proattiva: vogliamo anticipare le esigenze dei nostri clienti anche per il futuro affinché la gestione del tempo diventi sempre più un asset aziendale strategico”.

 

– Luca Stella, Product Manager di Zucchetti

Fonte: Sviluppo&Organizzazione di Este Edizioni